2012
3-7 novembre
English version Torna alla Home page

SGUARDO SUL NUOVO CINEMA ISRAELIANO

Di Dan Muggia e Ariela Piattelli


Hanno girato il mondo i dieci film che proponiamo per la sezione Sguardo sul nuovo cinema israeliano. Molti tra loro hanno portato a casa i premi più prestigiosi, o sono stati candidati a vincere in grandi festival.

Footnote di Joseph Cedar si è aggiudicato il premio per la Migliore Sceneggiatura a Cannes ed è stato poi nominato agli Oscar; Hadas Yaron, protagonista di La sposa promessa di Rama Burshtein, ha vinto la Coppa Volpi al Festival di Venezia; The Exchange di Eran Kolirin è stato candidato al Leone d’Oro 2011, mentre Restoration di Yossi Madmoni ha ottenuto il Crystal Globe a Karlovy Vary; God's Neighbors di Meni Yaeshsi è aggiudicato il premio SACD a Cannes, Sharqiya di Ami Livne è stato vincitore del Festival di Gerusalemme 2012; Moshe Ivgy, protagoni ...

... leggi

OMAGGIO A DAVID OFEK

La fantasia nel documentario 


Trovare un punto di vista dall’interno del soggetto, per una regia che non prende le distanze da ciò che rappresenta, ma che vi si immerge totalmente. Per David Ofek questo soggetto è il mondo, intriso di fantasia. Le componenti stilistiche del suo cinema erano già evidenti sin dai suoi primi cortometraggi fatti durante gli studi alla Sam Spiegel Film School di Gerusalemme. Il suo Hi-Teq Dreams (cortometraggio vincitore al Festival di Gerusalemme 1992) lasciò (di proposito) il pubblico disorientato, poiché quest’ultimo non era sicuro di avere assistito ad un documentario “fantastico” oppure a una fantasia in stile documentario. 

 Poi, come “tesi di laurea”, present&o ...

... leggi

UNIVERSIT DI TEL AVIV. DIPARTIMENTO DI CINEMA E TELEVISIONE

Tanti premi, tanti colori 


Fondato nel 1972, il Dipartmento di Cinema e Televisione della Università di Tel Aviv rappresenta la più grande scuola di cinema in Israele con cento film prodotti all’anno.

Tra i noti laureati possimo ricordare: Ari Folman (Walzer con  Bashir), Dover Koshashvili (Matrimonio tardivo), Hagai Levi (In Treatment), Eytan Fox (Camminando sull'aqua), Yaron Shani (Ajami), Tawfik Abu Wael (Atash), Yoav Shamir (Checkpoints), Shemi Zarhin (Aviva my Love) and Savi Gavizon (Nina's Tragedies).

 I film realizzati dagli studenti del dipartimento partecipano regolarmente ai più prestigiosi festival internazionali. Undici volte i film ...

... leggi

STORIE DI CINEMA

Tre registi, una generazione

di Dan Muggia e Ariela Piattelli


“Non ci sono film belli e film brutti, ma solo buoni o cattivi registi”  

François Truffaut

 

Stanley Kubrick è nato a New York nel 1928 in una famiglia ebraica, si avvicina al mondo della fotografia, prima che del cinema, a soli tredici anni, quando suo padre gli regala la sua prima macchina fotografica. Rajmund Roman Thierry Liebling (Roman Polanski), dalla sua città natale, Parigi, nel 1937 si trasferisce con la famiglia a Cracovia, dove poi viene rinchiuso nel ghetto: a soli otto anni scappa da solo per scampare allo sterminio nazista. Allen Stewart Königsberg (Woody Allen) nasce a New York, nel Bronx, nel 1935: sua madre lo porta al cinema quando aveva tre anni, e da allora la sala ...

... leggi

PERCORSI EBRAICI

di Dan Muggia e Ariela Piattelli


 

Dal Marocco agli studi di Cinecittà, fino ad arrivare ad un viaggio nello spazio, l’ultimo volo per un astronauta e per un disegno molto speciale. Sono quattro i documentari che vi presentiamo quest’anno per i Percorsi ebraici. E sono percorsi di grande respiro, che toccano storie, luoghi, epoche e temi molto diversi tra loro. Ci siamo concentrati a scegliere documentari che raccontano storie curiose, poco conosciute e a volte “incredibili” (ma vere). La storia forse più conosciuta che vi raccontiamo è quella del Professore Yesha'ayahu Leibowitz, uno dei più grandi intellettuali d’Israele: l’interessante documentario di Uri Rosenwaks,Leibowitz -  Faith, Country and Man, (secondo capitolo di una trilogia su Leibowitz) getta uno sguardo sulla figura dell’uomo e dell’intellettuale, dandoci spunti di rifle ...

... leggi

EDIZIONE 2012






Imamgini dal festival



Condividi