English version Torna alla Home page

<< indietro

Finalisti


Anno: 2018
Genere: Cortometraggio
Durata: 60
Lingua: Italiano

PETITE BLANCHE di Jay Manari, Italia 2017, 19’
Commedia romantica incentrata sulla figura di James Game, un regista indipendente che affronta innumerevoli difficoltà per riuscire a portare a termine le riprese del suo ultimo film, ispirato alla sua pessima relazione con la studentessa di musica soprannominata ”Petite Blanche”. Piena di paura e insicurezza, Blanche non ha il coraggio di dire a James la verità sulla loro separazione, così, quando lui ne viene a conoscenza, la rabbia e il cinismo prendono il sopravvento sulla sua persona: tutto ciò che conta per lui ora è la vendetta.

FETUS di Jan Devetak, Italia 2018, 3’
“So di non essere il solo a sentirsi isolato di fronte all'immensità del mare. Passeggio sulla spiaggia e osservo le onde accarezzare la sabbia. Improvvisamente vi intravedo il corpo di una ragazza. La sua carnagione scura e i vestiti inconsueti mi fanno pensare che non sia di qui. Ha un aspetto malandato, tipico di chi è reduce da un lungo e spiacevole viaggio. Non sapendo se chiamare aiuto o meno, mi avvicino a lei per osservarla. È distesa immobile. Appena i suoi occhi marroni e spaventati vedono il mio volto, si posano su di esso. La sua espressione è un misto di terrore e malinconia”.

SAM di Rosanna Reccia, Italia 2017, 10’
Anna e Carlo vivono ancorati ad un passato doloroso che non vuole dissolversi. Un giorno, fuori dallo studio del loro psicoterapeuta, incontrano un uomo molto diverso da loro, che metterà a dura prova il loro già logoro rapporto.

IL VIAGGIO realizzato dalle classi 3^ della Scuola Media “Giovanni XXIII” di Sava (TA), Italia a/s 2017-2018, 30’
Dinamiche familiari indagate attraverso il rapporto tra due fratelli che, a loro volta, si riscoprono nell’affrontare le stesse dinamiche, tra fatti legati alla loro età adolescenziale e accadimenti del mondo dei “grandi”, che metteranno alla prova la maturità del rapporto familiare, rinforzandolo.

COLLETTIVO MOTO PERPETUO-LA CORRIERA di Alessandro Davi, Italia 2018, 4’59’’
La Corriera è un videoclip musicale prodotto dalla Onlus San Marcellino, girato con la collaborazione degli utenti stessi dell’associazione che compaiono anche come attori del video. I personaggi sono ritratti in contesti casalinghi o in luoghi apparentemente chiusi, che poi vengono rivelati essere in realtà solo piccoli scenari costruiti in mezzo ai vicoli di Genova. I protagonisti si ritrovano alla fine tutti sulla stessa corriera, pronti a partire, finché uno sguardo esterno rivela nuovamente la componente immaginifica della situazione: nemmeno la corriera esiste e tutto il viaggio sembra essere solo nelle menti dei personaggi.

CHE FINE HA FATTO L’INCIVILTA’ di Delio Colangelo, Italia 2017, 6’56’’
Guido è un ragazzo disabile che viene colpito dall'improvvisa apparizione di una bella ragazza. Ma come riuscire a parlarle? Si convince che l’unica opportunità per conoscerla sia quella di affidarsi alla proverbiale mancanza di sensibilità italiana verso la disabilità. Di fronte a un impedimento, lei dovrà pur aiutarlo! E invece l’amministrazione comunale e i cittadini sono contro di lui, ostentando lungimiranza e senso civico. Per fortuna, l’inciviltà arriverà al momento giusto.

RITRATTI IN CONTROLUCE di Alessia Bottone, Italia 2018, 19’58’’
Raccontare i pregiudizi che ruotano attorno alla capacità lavorativa dei disabili visivi nell'era del digitale, ma anche i successi di "chi ce l'ha fatta" riuscendo ad abbattere il muro dello stereotipo e conquistando posizioni rilevanti nel lavoro. Spesso le persone con disabilità visiva sono relegate ai centralini, indipendentemente dalle loro capacità, aspirazioni. Si tratta di occasioni mancate figlie di una scarsa conoscenza della disabilità visiva e di un'informazione imprecisa.  La narrazione ripercorre il vissuto e le esperienze degli intervistati allo scopo di contribuire a sensibilizzare e diffondere gli esempi virtuosi nazionali, tratta le nuove tecnologie che permettono di affrontare la disabilità visiva in modo diverso rispetto al passato.

L’ULTIMO NINJA di Mattia Riccio, Italia, 2018, 12’
E’ la vigilia di Natale. Walter e Catia, una giovanissima coppia di genitori, sono alla ricerca del giocattolo perfetto da regalare al proprio figlio. Nonostante siano circondati da tanta felicità, qualcosa sembra turbarli! L'inesperienza e l'incapacità nel gestire una situazione complicata porterà la coppia a scatenare delle gravi incomprensioni. Solo una buona dose di sensibilità potrà aiutarli…

COME IERI di Irene Del Maestro, Italia 2017, 9’20’’
Enzo, un carcerato in libertà vigilata, incontra dopo molti anni il figlio Andrea. Questo, dopo tutto il tempo passato senza il padre, è diventato un uomo e prova del rancore nei suoi confronti. I due si stanno per riavvicinare quando qualcosa di terribile accade.

IL SUONO DELL’OMBRA di Costanza La Bruna, Italia 2017, 9’48’’
Film saggio che racconta l’esperienza vissuta a contatto con persone non vedenti, ambientato all’interno dell’Istituto dei ciechi di Palermo. L’obiettivo è quello di mostrare un modo alternativo di percepire il mondo, sperimentato da chi, in assenza della vista, guarda con altri occhi, costruendo un mondo immaginario dalle caratteristiche proprie di chi riconosce forme e sensazioni prive di colore. Nel corso del racconto si scopre l’abilità di sviluppare una dimensione interiore nonché relazionale fondata sulla fiducia nelle “cieche emozioni”, sperimentate con gli occhi dell’anima: “… L’amore non è una cosa che si vede, si sente… si sente dentro…”.

SCRIVI UN COMMENTO










Sponsor AcomeA
Sponsor