23-11-2018 I PREMI FINALI del PKF PITIGLIANI KOLNO'A FESTIVAL Ebraismo e Israele nel Cinema 13a edizione

Durante la serata finale del festival si è anche svolta la seconda edizione del Premio Emanuele (Lele) Luzzati, assegnato al miglior cortometraggio realizzato da registi under 35 sul tema delle “Vicinanze umane”nell'ottica della conoscenza dell'Altro, dell'inclusione sociale e del dialogo interculturale. La giuria del Premio, composta da intellettuali e artisti di rilievo: Fabia Bettini, Carlo Brancaleoni, Caterina D’Amico, Sira Fatucci, Sergio Noberini e Antonio Urrata ha premiato il corto Sam, di Rosanna Reccia, con questa motivazione: “Sam vince per assoluta aderenza al tema, solida struttura drammaturgica e un maturo percorso narrativo che accoglie i due piani del corto: elaborazione del lutto e accoglienza di una vita 'nuova'”. Il premio è stato consegnato da Carlo Brancaleoni, responsabile dei Rapporti Istituzionali di Rai Cinema. Una Menzione alla Scuola è stata consegnata da Fabia Bettini, codirettrice della sezione “Alice nella Città”, della Festa del Cinema di Roma alla Scuola Media “Giovanni XXII” di Sava (Taranto), per il corto Il viaggio, con questa motivazione: “La giuria ha deciso di dare una menzione speciale per l’attività laboratoriale e il grande lavoro svolto dalla scuola media Giovanni XXIII di Sava che è riuscita a coinvolgere non solo gli alunni e i docenti ma anche la comunità nella realizzazione del cortometraggio 'Il viaggio'. Speriamo che questa menzione possa essere loro di stimolo in futuro per proseguire inserendo all’ interno del programma scolastico anche corsi di formazione sul cinema e l’audiovisivo”.

Nella serata, il Premio del Pubblico è stato assegnato all’anteprima italiana del lungometraggio “The Other Story” del regista Avi Nesher, insignito del Premio alla Carriera PKF2018.

C’è stata una continuità - sottolineano le direttrici artistiche - tra passato e presente nel programma di questa edizione del PKF. Dai documentari ai lungometraggi, dai cortometraggi alle serie TV, proponiamo film molto diversi tra loro ed è emerso un quadro di un cinema più vitale che mai. Le opere israeliane compongono non solo un ritratto della cinematografia, ma anche della società del Paese, in costante cambiamento. Abbiamo voluto celebrare questa tredicesima edizione del PKF consegnando il Premio alla Carriera ad Avi Nesher, un regista, tra i più grandi d’Israele, che ha osservato i mutamenti della società israeliana, raccontandone, attraverso una straordinaria capacità di narrare, i suoi molteplici aspetti e anche le contraddizioni. Alcune delle sue opere hanno scatenato accesi dibattiti all’interno della società israeliana: il suo è un cinema dentro la Storia e le vicende umane”. 


Il PKF 2018 è stato realizzato con i contributi di: Mibac - Ministero per i beni e le attività culturali; Regione Lazio; Unione delle Comunità Ebraiche Italiane; Ambasciata di Israele in Italia; Centro Peres per la Pace e l’Innovazione e con il sostegno di AcomeA e El Al.