English version Torna alla Home page

Ospiti

Emanuel CohnEmanuel Cohn

Emanuel Cohn è nato e cresciuto a Basilea, in Svizzera. Dopo il liceo si è trasferito in Israele, dove ha studiato alla scuola religiosa Yeshivat Har Etzion e dove ha servito l’esercito. Dopo aver conseguito un master in filosofia ebraica all’università di Bar Ilan, Emanuel ha studiato recitazione al Visual Theatre e sceneggiatura alla Ma'ale Film School di Gerusalemme. Il piccolo dittatore, presentato al PKF, sancisce la sua prima collaborazione con la sorella Nurith Cohn, regista del cortometraggio.

Emanuel Cohn was born and raised in Basel, Switzerland. After high school, he moved to Israel where he studied at the religious school Yeshivat Har Etzion and served in the army. Emanuel then completed a Masters in Jewish philosophy at Bar Ilan University, going on to study acting at the School of Visual Theatre and scriptwriting at the Ma'aleh Film School, both in Jerusalem. The Little Dictator, presented at PKF, is his first collaboration with his sister, Nurith Cohn, who directed the short film. 


Evgenia DodinaEvgenia Dodina

Dopo essersi diplomata al GITIS, Royal Art School a Mosca e dopo aver recitato al Teatro Maiakoski a Mosca, Evgenia si è trasferita in Israele e ha iniziato a collaborare con il Teatro Gesher di Tel Aviv. Da subito ha catturato l’attenzione  e colpito positivamente la critica. Dal 2007 Evgenia Dodina è attrice al Teatro Nazionale Habima di Tel Aviv. Nel 2001/2002 e l’anno successivo è stata premiata agli Israeli Theater Awards. Nel 2011 è premiata come Miglior Attrice protagonista al Haifa International Film Festival per il suo ruolo nel film Invisible di Michal Aviad.

After graduating from the Russian State Institute of Theatre Arts (GITIS) in Moscow and performing at the Moscow Mayakovsky Theater, Evgenia moved to Israel and started working with the Gesher Theater in Tel Aviv. She immediately attracted attention and the appreciation of the critics. Since 2007, Evgenia Dodina has acted at the Habima National Theatre of Israel in Tel Aviv. Both in 2001/2002 and 2002/3, she picked up Israeli Theater Awards for her acting. In 2011, she won the Best Actress prize at the Haifa International Film Festival for her role in the film Invisible, by Michal Aviad.


Shlomi  ElkabetzShlomi Elkabetz

Produttore, regista e sceneggiatore, Shlomi Elkabetz è anche a capo del Dipartimento di Cinema alla Scuola di Cinema e Televisione del Sapir College. Dirige inoltre la sede israeliana del Festival des 3 Continents | Produire au Sud,  ed è il proprietario della casa produzione DBGfilms. La sua filmografia include To Take a Wife, sceneggiatura e co-regia con Ronit Elkabetz (Premio Isvema, Settimana Internazionale della Critica al Festival di Venezia del 2004), Seven Days, sceneggiatura e co-regia con Ronit Elkabetz(film d'apertura della Settimana della Critica a Cannes, e pluripremiato al  Valencia IFF, 2008),  RUN 4TH  (fiction di 15 episodi del 2009), Testimony,  sceneggiatura e regia (Festival di Venezia 2011),  Viviane,  sceneggiatura e co-regia con Ronit Elkabetz (Festival di Cannes 2014,nominato al Golden Globe Award 2015 come Miglior film straniero).Ultimamente ha prodotto Bar Bahar-In Between, film di Maysaloun Hamoud  (vincitore del Premio Miglior film d’esordio,  Haifa 2016).

He is a producer, director and writer. He serves as Head of the film studies department at the Sapir Film School, leads the Israeli branch of the Festival des 3 Continents | Produire au Sud  and manages his own production company, DBGfilms. His filmography includes: To Take a Wife, which he wrote and co-directed with Ronit Elkabetz (winner of the Isvema prize at International Critics’ Week in Venice, 2004); 7 Dayswritten and co-directed with Ronit Elkabetz(the opening film at Critics’ Week in Cannes, winning multiple awards at Valencia IFF, 2008); Run 4TH  (a 15-part TV drama, 2009); writer and director for Testimony(Venice, 2011); and Vivian, as writer and co-director withRonit Elkabetz (Cannes, 2014,nominated for Best Foreign Film at theGolden Globe Awards,2015). Recently, he produced In Between, the first film by Maysaloun Hamoud (winner of Best Debut Feature at Haifa, 2016). 


Emanuela GiordanoEmanuela Giordano

Gli studi universitari, con indirizzo cinema e teatro, l’Accademia Nazionale D’arte Drammatica, i numerosi corsi al Centro Sperimentale di Cinematografia e di sceneggiatura americana, il corso universitario di scrittura scenica con Eduardo De Filippo le hanno permesso di sviluppare un doppio percorso professionale indirizzato alla scrittura scenica e alla regia. Il tema della Shoah e della storia ebraica ha segnato e ispirato i suoi primi progetti filmici. Il suo primo cortometraggio Appunti di questi giorni 1943 1944 sul rastrellamento degli ebrei a Roma, ha ottenuto il Premio Sacher e il premio del Cinema della Resistenza. Il medio metraggio Le ragazze del Ponte, sempre legato al tema dell’occupazione nazista, è stato presentato e premiato nell’ambito di ‘900 Donna. Al PKF la Giordano presenterà Il Ghetto di Venezia, 500 anni di vita.

She studied cinema and theatre at university and then attended Italy’s National Academy of Dramatic Arts. She studied numerous courses at the Centro Sperimentale di Cinematografia, American screenwriting training and a university course in stage writing given by Eduardo De Filippo. This background has enabled her to create a twin-track career, writing plays and directing. The Holocaust and Jewish history provided the inspiration for her early film projects. Her first short film, Appunti di questi giorni 1943 1944 about the roundup of Jews in Rome, won the Sacher prize and the Cinema della Resistenza Award. Her medium-length film Le ragazze del Ponte, again linked to the Nazi occupation, was shown at the ‘900 Donna event, where it picked up a prize. At PKF, Emanuela Giordano will present The Venice Ghetto, 500 Years of Life.


Pinchas (Pini) SchatzPinchas (Pini) Schatz

Pini Schatz si è laureato nel dipartimento di Cinema e Televisione dell'università di Tel Aviv. Article 58/4, il suo primo film, è stato nominato agli "Israeli Film Academy Awards" nel 1996. Il suo secondo film, The Liquid of Life, ha vinto nel 2010 il “Documentary Filmaward” al New York Independent Film Festival.Il suo terzo film Never Turn Your Back on Sparks è stato proiettato in prima internazionale alHaifa Film Festival. Pini Schatz è il direttore della programmazione della Cineteca di Tel Aviv

Pini Schatz graduated from the Cinema and Television department of the Tel Aviv university. His first film, Article 58/4, was nominated for the Israeli Film Academy Awards in 1996. In 2010, his second work, The Liquid of Life was judged the "Best International Documentary" at the New York Independent Film & Video Festival.His third picture, Never Turn Your Back on Sparks premiered at the Haifa Film Festival. Pini Schatz is the head of programming at Tel Aviv’s Cinematheque.